Manca solo l'ufficialità ma sta per arrivare la svolta casa Hellas: fuori Andrea Mandorlini e dentro Eugenio Corini. Cambio di rotta enorme per quelle che sono state le dinamiche recenti degli scaligeri, da cinque anni fedeli all'ex libero dell'Inter. Colui che è stato il simbolo, fra campo e panchina, della rinascita del Chievo, diverrà il nuovo condottiero dell'Hellas, a caccia di una salvezza che avrebbe del clamoroso. Sono solamente 6 i punti conquistati dai veneti in 14 giornate, con la squadra che è andata sempre più giù a causa di diverse motivazioni.

Infortuni, squalifiche, campagna acquisti poco chiara ed assenza di identità di gioco sono state le cause di questo declino irreversibile. Eugenio Corini sarà l'uomo della svolta? Ai posteri l'ardua sentenza...

 

Intanto bisogna cominciare a progettare per il futuro. Alcuni calciatori non si stanno dimostrando all'altezza della Serie A, e probabilmente al termine del campionato saluteranno il sodalizio gialloblu. Rafael, Marquez, Romulo, Sala, Viviani, Toni, Pazzini, Jankovic, Greco potrebbero salutare per motivi di bilancio, di fine ciclo o semplicemente per fare cassa.

Bisogna puntare su giovani come Gollini, Souprayen, Bianchetti e  Fares, associati a uomini di esperienza ed attaccati alla maglia come Moras, Gomez ed Hallfredsson può essere la ricetta giusta per ripartire. A questi aggiungere elementi di esperienza e prospettiva, dato che difficilmente si può rifiutare una piazza come quella veneta.

Davide Artale
Hellas Verona Style








free counters



SITO ON LINE DAL 2009 - PAGINA FACEBOOK ON LINE DAL 05-04-2012
        
info@hellasveronastyle.eu